Gli statuti degli enti del terzo settore

E’ ufficiale ed in vigore la proroga da 18 a 24 mesi dei termini per adeguare gli statuti degli enti del Terzo settore al nuovo quadro normativo. Ed è in vigore anche il ripristino, per le organizzazioni di volontariato, dell’esenzione dall’imposta di registro sugli atti costitutivi e su quelli connessi allo svolgimento delle attività statutarie.

E’ stato infatti pubblicato, sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 210 del 10 settembre 2018, il decreto legislativo n. 105 del 3 agosto 2018, che integra e corregge il Codice del Terzo settore (decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117) con la previsione di un maggior controllo sui conti dei bilanci degli enti interessati.

Dunque, Onlus, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, esistenti prima della riforma, hanno tempo fino al 3 agosto 2019, non più fino al 3 febbraio 2019, per adeguare gli statuti alle nuove disposizioni.

In caso di modifiche per uniformarsi alle nuove disposizioni inderogabili o per escludere l’applicazione di nuove disposizioni derogabili, gli enti potranno deliberare gli adeguamenti con le modalità e le maggioranze dell’assemblea ordinaria.

Il correttivo indica il numero minimo di associati necessario per la permanenza di una associazione di promozione sociale o di una organizzazione di volontariato.